Usucapione: Che cosa è e come funziona?

8 Set, 2023

L’usucapione rappresenta un metodo attraverso il quale si può acquisire il diritto di proprietà di un bene, basandosi sulla durata prolungata del possesso di tale bene per un periodo di tempo specifico. Questo concetto è delineato negli articoli 1158 e successivi del Codice Civile italiano.

In conformità con la legislazione italiana, nel caso in cui un bene sia detenuto da un possessore diverso dal proprietario per un lungo periodo di anni, il proprietario originale può perdere il suo diritto di proprietà a causa della persistenza di questa situazione.

Questo fenomeno prende il nome di usucapione, anche chiamato “prescrizione acquisitiva”. In essenza, questo rappresenta il processo mediante il quale la proprietà di un bene viene acquisita direttamente attraverso il possesso costante nel corso del tempo.

Il Codice Civile italiano stabilisce che questa modalità di acquisizione della proprietà avvenga in seguito al possesso pacifico e continuato di un bene, sia esso mobile o immobile, senza ricorrere a mezzi violenti, per un periodo minimo di 20 anni.

Al termine di questo intervallo temporale, un giudice può esaminare l’effettiva detenzione del bene e, se confermata, dichiarare il trasferimento della proprietà.

In merito all’usucapione di un bene immobile, non è rilevante se il possesso avvenga in buona o malafede. Questo aspetto influisce esclusivamente sulla durata necessaria del possesso per poter invocare l’usucapione. Tuttavia, è fondamentale che il possesso avvenga in maniera aperta e visibile, al chiaro di sole. Se il possesso è stato ottenuto in modo segreto o mediante coercizione, il periodo di tempo richiesto per poter invocare l’usucapione inizia a decorrere solo una volta che queste modalità non corrette siano cessate.

Quali categorie di proprietà possono essere soggette all’Usucapione?

L’Usucapione può coinvolgere una varietà di tipi di proprietà, tra cui immobili, beni mobili registrati e non registrati, nonché universalità di beni mobili.

Per quanto riguarda i beni immobili, si includono residenze, edifici, terreni, strade private e qualsiasi elemento inerente al terreno stesso. Gli altri tipi di beni, invece, rientrano nella categoria dei beni mobili, caratterizzati dalla loro natura trasportabile.

Esistono anche beni mobili registrati, come automobili, motocicli e mezzi di trasporto soggetti a registrazione in pubblici registri.

Tuttavia, alcune proprietà non possono essere acquisite tramite usucapione, gli esempi includono i beni demaniali appartenenti allo Stato italiano e quelli comunali, che non sono soggetti a questa modalità di acquisizione.

In aggiunta, è importante notare che l’usucapione non è possibile per terreni acquisiti da terzi tramite espropriazione forzata, come nel caso degli Enti di Sviluppo. Queste entità, così chiamate poiché destinate a servizi pubblici, non possono essere sottratte dalla loro destinazione originaria, a meno che non si segua il procedimento previsto dalla legge per un cambiamento di destinazione.

Tempistiche richieste per il processo di Usucapione:

  • Beni Immobili: 20 anni.
  • Beni Immobili acquisiti in buona fede da chi non ne è proprietario, ma attraverso un titolo idoneo trascritto correttamente: 10 anni a partire dalla data di trascrizione.
  • Universalità di beni mobili: 20 anni.
  • Beni mobili acquisiti in buona fede senza titolo idoneo: 10 anni.
  • Beni mobili acquisiti in malafede senza titolo idoneo: 20 anni.
  • Beni mobili registrati in pubblici registri, acquistati in buona fede da non proprietari ma tramite titolo idoneo debitamente trascritto: 3 anni dalla data di trascrizione.
  • Beni mobili registrati in pubblici registri, quando manca almeno una delle condizioni precedenti: 10 anni.

Nel contesto dell’acquisizione tramite Usucapione, potrebbe rivelarsi utile effettuare una verifica sulla proprietà attuale di un bene immobile attraverso una Visura Catastale.

Post Correlati

Certificato di Destinazione Urbanistica: Guida Completa

Certificato di Destinazione Urbanistica: Guida Completa

Cos'è il Certificato di Destinazione Urbanistica (CDU)? Il Certificato di Destinazione Urbanistica (CDU) si presenta come un documento cruciale, rilasciato dagli Uffici Tecnici Comunali competenti, contenente indicazioni dettagliate sulle caratteristiche urbanistiche...

Come si calcola la superficie commerciale di un immobile

Come si calcola la superficie commerciale di un immobile

Secondo quanto stabilito dal Decreto del Presidente della Repubblica numero 138 del 1998, è importante notare che la superficie commerciale di un immobile è equiparata alla sua superficie catastale. Tuttavia, c'è una differenza significativa rispetto alla superficie...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
Hai bisogno di aiuto?
Ciao,
lascia la tua richiesta un operatore risponderà il prima possibile.