Il Catasto Terreni e Fabbricati:

3 Ago, 2022

Il Catasto è il registro di tutti gli immobili presenti sul territorio nazionale nel quale vengono conservati tutti quei che documenti che permettono di descrive e individuare il bene immobile ( terreno o fabbricato) ubicato in un determinato comune.

la definizione fornita dall’articolo 1 della Legge Fondamentale del 1886:
Catasto geometrico particellare, fondato sulla misura e sulla stima, non probatorio, con lo scopo di accertare la “proprietà” immobiliare, evidenziarne le mutazioni e determinare le imposte”
Come da definizione quindi il catasto Italiano non è probatorio, cioè non fornisce nessuna prova giuridica della proprietà, come invece succede nel catasto svizzero, ma ha un due scopi principali:

  • fiscale, cioè  la necessità di determinare il reddito potenziale imponibile dei fondi rustici e dei fabbricati urbani.
  • Civile,le informazioni contenute nei documenti catastali sono messe a disposizioni del pubblico per diverse finalità, poiché il catasto italiano è un pubblico registro.

Catasto Terreni e Catasto Fabbricati:

Il Catasto Italiano è suddiviso in due tipologie:

Catasto Terreni: è l’inventario generale dei terreni esistenti in Italia, dove troviamo tutti i dati catastali relativi ad un terreno, come:

  • Qualità: si intende la coltivazione del fondo (come: seminativo, bosco ceduo, orto irriguo, vigneto, oliveto) .
  • Classe: è il parametro che identifica il grado di produttività delle particelle/mappali interessate da una  specifica coltura.

Viene indicata con i numeri che vanno da 1 a 5 , in alcune zone si arriva fino a 7,  dove la classe 1 rappresenta quella di maggior reddito e cala con il crescere delle classi.

  • Ha:  superficie in ettari del terreno.
  • Are: superficie in are del terreno.
  • Ca: superficie in centiare del terreno.
  • Reddito dominicale: è costituito dalla parte del reddito medio ordinario ritraibile dall’esercizio delle attività agricole, che spetta al proprietario del terreno. È correlato alla qualità del terreno e alla sua produttività media ordinaria. (fonte agenzia delle entrate)
  • Reddito agrario: è costituito dalla parte del reddito medio ordinario dei terreni imputabile al capitale di esercizio e al lavoro di organizzazione impiegati, nei limiti della potenzialità del terreno, nell’esercizio delle attività agricole.
  • È correlato alla qualità del terreno e alla sua produttività media ordinaria. (fonte agenzia delle entrate)

Catasto Fabbricati: è l’inventario dei fabbricati secondo quanto previsto dal catasto in Italia, dove troviamo tutti i dati catastali relativi ad un fabbricato, come:

  • Indirizzo: comprensivo del numero civico, scala, piano e interno dell’unità immobiliare.
  • Zona censuaria: rappresenta una zona omogenea del territorio comunale, può essere costituita da un comune, da un gruppo di comuni o da un porzione di comune.

Nell’ambito di queste zone omogenee la redditività dei fabbricati dei fabbricati è da considerarsi uniforme.

Per ogni zona censuaria esiste uno specifico quadro tariffario consultabile presso ufficio provinciale dell’Agenzia delle Entrate.

  • Categoria:  cioè tipologia delle unità immobiliari, per esempio A3 o A4 (Elenco categorie presenti in visura).
  • Classe: parametro che identifica il grado di produttività delle unità immobiliari appartenenti alle categorie dei gruppi A, B e C, viene indicata con un numero, la prima classe che corrisponde al numero 1 indica gli immobili a reddito più basso, mentre alle classi superiori saranno associati immobili con reddito elevato.

Viene indicata con ‘U’ (unica) in assenza di una ripartizione in classi della categoria (ciò, in quanto, la redditività è omogenea all’interno del Comune o della zona censuaria)

Consistenza: dimensione dell’unità immobiliare in oggetto, per gli immobili della categoria A è espressa in “vani”, invece per gli immobili della categoria C è espressa in metri quadrati.

Per gli immobili a destinazione collettiva  come ospedali, caserme è espressa in metri cubi.

Per gli immobili appartenenti alle categorie speciali dei gruppi D ed E non è indicata la consistenza catastale.

  • Rendita: è la rendita catastale , per le unità immobiliari comprese nelle categorie dei gruppi A, B e C, è determinata moltiplicando la consistenza per la tariffa unitaria specifica per ogni Comune, zona censuaria e corrispondente alla categoria e classe.

Cos’è la visura catastale?

Visura Catastale

Visura Catastale tramite Google Maps

Post Correlati

L’Ente Urbano

L'Ente Urbano: significato Capita spesso, durante la consultazione di una Visura Catastale, di imbattersi nella descrizione di una particella come "Ente Urbano". Questo termine indica che il terreno è stato soggetto a un aggiornamento catastale di tipo mappale, un...

il Certificato di Destinazione Urbanistica: Guida Completa

il Certificato di Destinazione Urbanistica: Guida Completa

Cos'è il Certificato di Destinazione Urbanistica (CDU)? Il Certificato di Destinazione Urbanistica (CDU) si presenta come un documento cruciale, rilasciato dagli Uffici Tecnici Comunali competenti, contenente indicazioni dettagliate sulle caratteristiche urbanistiche...

Come si calcola la superficie commerciale di un immobile

Come si calcola la superficie commerciale di un immobile

Secondo quanto stabilito dal Decreto del Presidente della Repubblica numero 138 del 1998, è importante notare che la superficie commerciale di un immobile è equiparata alla sua superficie catastale. Tuttavia, c'è una differenza significativa rispetto alla superficie...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
Hai bisogno di aiuto?
Ciao,
lascia la tua richiesta un operatore risponderà il prima possibile.