che cos’è la surroga del mutuo?

La surroga del mutuo, conosciuta anche come surrogazione del mutuo, offre l’opportunità a coloro che hanno già sottoscritto un contratto di mutuo ipotecario con una banca specifica di rivolgersi a un’altra istituzione finanziaria che offre condizioni migliori, senza incorrere in costi e oneri aggiuntivi.

La portabilità del mutuo (surroga del mutuo) senza costi è stata introdotta con il Decreto Bersani all’inizio del 2007.

La surroga del mutuo consiste nel trasferimento del contratto di mutuo ipotecario, originariamente stipulato con una banca per l’acquisto della prima casa, a un’altra banca che offre condizioni più vantaggiose e favorevoli per il cliente.

Questa operazione permette la portabilità del contratto senza alcun costo aggiuntivo e comporta la stipula di un nuovo contratto di mutuo ipotecario, insieme a un documento tramite il quale la vecchia banca cede il contratto alla nuova banca.

Con il nuovo contratto, viene trasferita anche l’iscrizione ipotecaria sull’immobile acquistato dal cliente, che passa alla nuova banca. Spetta alla nuova banca il compito di saldare il debito residuo del mutuo originariamente stipulato.

Per beneficiare della surroga a costo zero, è necessario richiedere alla nuova banca un mutuo di surroga che abbia gli stessi richiedenti e un importo equivalente al debito residuo del mutuo attuale. Altri parametri del nuovo mutuo di surroga, come la durata o il tipo di tasso, possono invece essere modificati a discrezione del cliente.

I documenti necessari per la surroga del mutuo sono i seguenti:

  1. Copia autentica dell’atto del vecchio mutuo insieme alla nota di iscrizione ipotecaria.
  2. Importo del debito residuo calcolato alla data effettiva della surroga del mutuo.
  3. Informazioni sulla nuova banca e sul referente.
  4. È necessaria una copia del documento di identità e del codice fiscale di tutti i titolari del mutuo e, se presenti, dei garanti. Se l’immobile è stato ricevuto per successione, è necessaria una copia della dichiarazione degli eredi.
  5. Certificato di stato civile – Atto di matrimonio rilasciato dal Comune in cui è stata celebrata l’unione.
  6. Documentazione catastale, inclusa la visura catastale e la planimetria catastale.

La richiesta della Nota di iscrizione dell’ipoteca per la surroga del mutuo è un documento necessario da parte della banca al momento della richiesta.

Per ottenere la Nota di Iscrizione dell’Ipoteca Volontaria, che deriva da una concessione a garanzia di un mutuo, è fondamentale essere in possesso dei numeri identificativi corrispondenti a tale Nota. Per ottenere tali numeri, è prima necessario richiedere un’ispezione ipotecaria sull’immobile tramite una Visura Ipotecaria.

La Visura Ipotecaria contiene un elenco di tutte le formalità presenti sull’immobile, inclusa la formalità che ci interessa, ossia l’Ipoteca Volontaria relativa al mutuo attuale.

Post Correlati

Quanto dura la visura camerale?

Quanto dura la visura camerale?

La validità della visura camerale, sia ordinaria che storica, è di sei mesi, ma può essere ridotta in caso di variazioni nei dati durante questo periodo. Affinché la visura camerale sia valida, è necessario mantenerla sempre aggiornata con i dati più recenti. I dati...

Che cosa è il numero REA?

Che cosa è il numero REA?

Il Numero REA, acronimo di Registro Economico e Amministrativo, è un database che contiene informazioni amministrative ed economiche sulle aziende, fornendo un complemento al Registro Imprese. Le principali normative che regolamentano le sue attività sono l'articolo...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
Hai bisogno di aiuto?
Ciao,
lascia la tua richiesta un operatore risponderà il prima possibile.